Mondo olografico

Pellicole adesive touch screen
Siamo a quota duecento. Ecco il duecentesimo post, di suggerimenti a consigli. Oggi, vogliamo continuare su questa falsa riga invitandovi a scoprire – tra i numerosi schermi per proiezione frontale e per retroproiezione disponibili su SchermiOnline – gli schermi olografici, i quali ricadono certamente in una gamma ad alta tecnologia, ideali per soddisfare effetti scenici sbalorditivi, in qualsiasi ambiente.

L’olografia rende questi schermi, sostanzialmente, ad alta luminosità e risoluzione, ottenute per mezzo di una pellicola applicabile su vetrine esterne e interne dei negozi e dei centri commerciali, vetrate e divisori di bar e discoteche, nonchè su metacrilato per fiere ed eventi. Le pellicole adesive, per questo tipo di uso, risultano essere le più richieste e si dividono in due principali versioni: la versione opaca e la versione trasparente. Le prime (Blacklit), di colore grigio scuro antiriflesso, sono consigliate per ambienti interni, anche in condizioni di alta luminosità. Le seconde (Hololit), trasparenti, sono consigliate per ambienti interni di media luminosità. È possibile sceglierle anche nei classici formati di proiezione 4:3 e 16:9.

Scelta la pellicola, sorge un dubbio: come applicarla? Chi deve applicarla? Effettivamente si tratta di un’operazione abbastanza delicata che comporta calma, pazienza e molta precisione nelle fasi di incollatura. Andando con ordine possiamo consigliarvi, innanzi tutto di bagnare uniformemente sia la superficie adesiva della pellicola, sia la superficie del supporto che avete scelto per l’applicazione; dare inizio all’operazione di applicazione; rimuovere con una spatola il liquido superfluo. E il gioco è fatto, meglio se in due. Se non vedrete apparizione bolle d’aria sulla superficie siete stati bravi. Buona visione!

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *