Perchè i tendaggi in velluto?

Un esempio di applicazione dei tendaggi in velluto
Acquistato un nuovo videoproiettore, comprato un nuovissimo schermo da proiezione, manuale o motorizzato, cosa potrebbe mancare ad un appassionato di videoproiezioni per completare la propria sala cinematografica domestica? Le tende in velluto.

Ovviamente questo non è il principale motivo (anche estetico) che dovrebbe spingerci verso l’acquisto di tendaggi home cinema. Un altro fattore, ben più importante, è rappresentato dalle loro caratteristiche tecniche, dalla qualità del materiale di fattura e dalla “risposta al suono”. Ed è proprio su quest’ultimo aspetto che entrano in ballo le tende fonoassorbenti, le quali – da un lato abbattono maggiormente i suoni medio-alti, rispetto ai suoni medio-bassi – e, dall’altro, hanno una maggiore applicazione in funzione dell’eliminazione dei riverberi interni e dell’attenuazione dei suoni verso l’esterno.

Appurato quanto appena descritto, è necessario precisare che per queste tende non è possibile stabilire, diciamo scientificamente, un parametro di fonoassorbenza, perchè essa dipende dalla tipologia di materiale, dal peso (all’aumentare del peso fisico della tenda, aumenta la sua fonoassorbenza) e dall’applicazione nell’ambiente (le sue potenzialità variano se è applicata dinanzi una parete, una lastra di metallo o un finestrone in vetro).

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *